Osteopatia

Osteopatia

Che cos’è l’osteopatia?

L’osteopatia è un sistema di diagnosi funzionale e trattamento che pur basandosi sulle scienze fondamentali e le conoscenze mediche tradizionali (anatomia, fisiologia, ect..) non prevede l’uso di farmaci né il ricorso alla chirurgia, ma attraverso manipolazioni e manovre specifiche si dimostra efficace per la prevenzione, valutazione ed il trattamento di disturbi che interessano l’apparato neuro-muscolo-scheletrico.
L’osteopatia considera il sintomo un campanello di allarme e mira all’individuazione della causa alla base della comparsa del sintomo stesso.

In cosa consistono le tecniche osteopatiche?
  • Tecniche strutturali
    La tecniche strutturali sono definite tali poiché ristabiliscono la mobilità della struttura ossea.
  • Tecniche craniali
    Le tecniche craniali agiscono sul movimento di congruenza fra le ossa del cranio, consentono il riequilibrio e l’armonia delle funzioni craniosacrali. Con queste tecniche si agisce in particolare sulla vitalità dell’organismo.
  • Le tecniche viscerali
    I visceri si muovono in modo specifico sotto l’influenza della pressione diaframmatica. Il diaframa è per antonomasia il muscolo della respirazione. Questa dinamica viscerale può essere modificata (restrizione di mobilità) o scomparire. a ristabilire una buona mobilità viscerale.
Osteopatia e Oculistica

Il sistema posturale ha come scopo principale il mantenimento del centro di gravità del corpo costantemente in posizione di equilibrio, affinchè l’individuo possa gestire gli stress biomeccanici causati dalla forza di gravità senza un dispendio eccessivo di energia.
L’occhio è la principale fonte di informazione per il sistema posturale. Qualsiasi alterazione della visione si può ripercuotere su tale sistema innescando meccanismi disfunzionali soprattutto a carico del rachide che nel tempo possono tradursi in dolori cronici. Viceversa, alterazioni posturali possono impedire un corretto mantenimento dell’asse bipupillare orizzontale e quindi causare disturbi all’occhio.
Il trattamento osteopatico è indicato per pazienti di tutte le età che lamentano problemi di visione, dolori oculari, bruciore, lacrimazione, strabismo, congiuntivite, disturbi che spesso possono essere associati a cefalee, emicranie, cervicalgie, brachialgie, disturbi dell’attenzione.
Il trattamento osteopatico, grazie all’influenza che ha sul sistema nervoso autonomo, è utile anche per i casi di glaucoma.

Rieducazione posturale

La rieducazione posturale Mézières è una tecnica individuale e globale che permette il recupero funzionale attraverso il ripristino della simmetria corporea. Questo avviene lavorando sugli accorciamenti e le retrazioni delle catene muscolari, causa dei dismorfismi. Per allentare queste tensioni il paziente, durante le sedute, viene aiutato ad assumere alcune posture che facilitano proprio l’allungamento muscolare, evitando compensi. Il paziente viene inoltre valutato nella sua totalità, al fine di ricercare le cause della patologia in corso. Le conseguenze sono il miglioramento e la risoluzione della sintomatologia.

Applicazioni
  • Patologie vertebrali (iperlordosi, cifosi, scoliosi, compressione dei dischi intervertebrali, radicolopatie, sciatalgia, cervico-brachialgia).
  • Patologie articolari (artrosi, periartrite scapolo-omerale, coxartrosi, gonartrosi).
  • Patologie muscolari (lombalgia, torcicollo, mialgie).
  • Medicina preventiva.
Terapia Nutrizionale Integrata

Sempre più studi dimostrano un rapporto stretto fra alimentazione, salute e malattia. Le scelte che compiamo a tavola sono in grado di favorire o, al contrario, prevenire malattie complesse come quelle osteoarticolari. L’infiammazione, lo stress ossidativo, la capacità di riparo e il carico sull’articolazione sono modulati dalla quantità, qualità e modalità di assunzione dei cibi. 
Il peso corporeo, in eccesso o in difetto,  così come eventuali squilibri o carenze nutrizionali possono favorire lo sviluppo di molte patologie a carico dell’apparato osteoarticolare, come osteoporosi, alterazioni scheletriche e delle articolazioni, aumento del rischio di fratture o traumi, ma anche ostacolare, o nei casi più gravi, rendere inefficaci eventuali trattamenti terapeutico-riabilitativi. Il ruolo di molti nutrienti come vitamina D e gli acidi grassi omega-3, le spezie ad azione antinfiammatoria come la curcuma, la riduzione del signalling dell’insulina e la modulazione dell’attività del sistema immunitario sono solo alcuni degli strumenti che, ben utilizzati, possono fare la differenza fra salute e malattia.
Una corretta valutazione della composizione corporea, del metabolismo, dello stato nutrizionale e delle abitudini alimentari sono indispensabili per un corretto inquadramento del paziente e permettono di:

  • Favorire il recupero  durante trattamenti osteopatici.
  • Coadiuvare i trattamenti fisioterapici – riabilitativi
.
  • Modulare l’infiammazione, alla base di molte patologie osteoarticolari.
  • Prevenire o ridurre il rischio di recidive
- Preservare lo stato e la salute dei nostri tessuti.
Valutazione Ortodontica Funzionale

L’equilibrio occlusale significa benessere estetica e soprattutto funzione, pertanto ci poniamo come obiettivo del trattamento il recupero di una corretta funzione. Solo facendo una diagnosi più completa valutando i problemi del paziente come errori della funzione curiamo loro nella loro totalità . L’Ortodonzia Funzionale fa proprio questo, guarda l’individui nella sua totalità e comunica e collabora con altri specialisti.

Vuoi maggiori informazioni? Vuoi fissare un appuntamento? Contattaci »